martedì 29 gennaio 2013

Freni DELTA Campagnolo - Tutto quello che c'è da sapere


"Le date e la cronologia dei fatti raccontati in questo articolo sono frutto di una mia lunga ricerca sulle riviste dell'epoca e sui cataloghi Campagnolo dal 1984 al 1994"

Era la fine del 1984 e la Campagnolo mostrò a tutti il gruppo C-Record, questo avvenne sulle riviste specializzate (non ancora con il lancio ufficiale sul mercato), infatti il nuovo gruppo sarebbe stato disponibile "per pochi" dal'inizio 1985 e poi "per tutti" nel 1986.
Il gruppo fece scalpore, non solo per l'eccellenza raggiunta nella qualità e nell'estetica del prodotto, ma anche per i nuovissimi freni DELTA. Il nome deriva dalla forma della lettera greca delta appunto, la quale ha la forma di un triangolo isoscele con la punta in su, proprio come i nuovi freni.
Ma "delta" è in realtà solo un soprannome che nel tempo ha permesso di parlarne per intendersi facilmente, in realtà il nome tecnico con cui venivano descritti all'epoca era "freni a bilanciere del gruppo record".
La novità stava appunto nel fatto che il tiraggio del freno non era più laterale, ma centrale, cosa che oltre all'aerodinamica donava una meravigliosa estetica.
Peccato che il primissimo tipo (quello che chiameremo "PROTOTIPO") fosse difettoso ! Ovvero tutte le componenti del meccanismo, miniaturizzate e racchiuse nel corpo a delta, funzionavano bene, ma i pattini, dotati di una nuova mescola e miniaturizzati anch'essi, se azionati a lungo si scaldavano non garantendo più una corretta frenata ,e questo era ciò che accadeva sopratutto in lunghe discese. La Campagnolo già nel Luglio del 1985 attivò una procedura di sostituzione che prevedeva il ritiro del freno rimpiazzandolo con il vecchio super record (aggiornando quest'ultimo con un logo e una bulloneria più raffinata - i famosi COBALTO).
La pagina del catalogo numero 18-bis del 1985 dove appaiono per la prima volta.
Tuttavia al momento della stampa erano già stati ritirati.
Proprio per questa "sostituzione in corsa" nel catalogo Campagnolo 18-bis (che potete scaricare nella sezione dedicata ai cataloghi di questo sito: LINK) una nota a pedice recita la seguente frase: I freni 315/101 non sono disponibili al momento della stampa di questo catalogo. Il gruppo sarà equipaggiato con freni della famiglia Super Record (Riferendosi appunto ai Cobalto)

Freno Cobalto
Non tutti ovviamente accettarono la sostituzione, chi per scetticismo, chi per affezione alla nuova accattivante estetica... sta di fatto che dopo quasi un anno (fine 1986) fu riproposto un nuovo freno DELTA aggiornato in alcuni dettagli quali:
- meccanismo di innesto del cavo freno ridisegnato (il vecchio meccanismo agiva anche da sgancio rapido)
- aumentate escursione dei bracci frenanti
- aumentate dimensione dei bracci frenanti
- aumentate dimensioni dei pattini
- aggiunte scanalature sui pattini per favorirne il raffreddamento
- nuova mescola dei pattini

Queste 6 differenze si notano confrontando il "prototipo (2 immagini sopra)" e il "primo tipo (qui sotto)".

Per i Croce D'Aune risulta evidente che il meccanismo interno è differente da quello della versione C-Record

martedì 15 gennaio 2013

Colnago Eddy Merckx 1974


Oggi Carlo ci presenta un altro gioiellino della sua collezione, una Colnago Eddy Merkx del 1974 restaurata alla perfezione ! Infatti risulta identica alla sua parente sulla pagina del catalogo qui sotto.


Questa bici è stata fatta dalla Colnago in onore alle vittorie del Cannibale. Era la prima volta che un marchio

lunedì 14 gennaio 2013

Trentenario Colnago - Gruppo Campagnolo Super Record 1984

Post pubblicato il 27-9-12
Aggiornato con nuove foto il 14-1-13

Maltrattato e gettato in un retrobottega... preso per pochi spicci... ma ora lo custodirò come un tesoro !

Ecco le altre foto  :

domenica 13 gennaio 2013

Crono in cerca di nome !

Post pubblicato il 22-8-12
AGGIORNATO con nuove foto il 13-1-13

In ritorno dalle vacanze estive vi presento la mia nuova Crono...



Purtroppo il telaio è stato riverniciato come indicato sullo stesso adesivo Columbus, ed evidentemente con la riverniciatura è scomparsa la marca, infatti sul telaio si trovano solo pochi indizi sulla marca :
- un adesivo frontale con uno scudo contenente le lettere Z e O
- una sigla su forcella e telaio con scritto BE
Purtroppo sò solo che dovrebbe essere della zona di Padova, ma le sigle non mi ricordano nulla :-(

Se qualcuno le riconoscesse mi contatti a info@raggidistoria.com oppure scriva nei commenti, sarebbe bello scoprire il vero nome di questa bellezza. :-)



Nel frattempo ecco le foto ed i dettagli :


- Piega da crono CINELLI L.A.84
- Pipa 3ttt
- Freni e leve freno MODOLO
- Guarnitura Gipiemme Special Pista 170mm con corona da 57 denti
- Cambio GIPIEMME-SIMPLEX Aerodynamic (un modello particolare che ha visto la collaborazione delle due case produttrici)

giovedì 10 gennaio 2013

Coppi Fiorelli - Milano San Remo

Oggi vi presento la nuova arrivata a casa una Bellissima Coppi fiorelli 
La bici è un perfetto conservato e come al solito nel documentarmi sul marchio
e sulla storia del modello ho imparato molte cose e voglio condividerle con voi.

Ringrazio www.biciclassiche.com per la scansioni

Le mie ricerce sono partite dall'adesivo ritratto in foto qui sopra.
Ho scoperto che la storia di questa bici comincia il 10 ottobre del 1968 quando Ole Ritter realizza il record dell'ora a città del messico con 48,662 Km a 26 anni di distanza dal record dell'ora di Coppi.

mercoledì 9 gennaio 2013

VINER Super Record


Un amico del Blog ci presenta la sua Viner:

Telaio: Viner NEW DESIGN pantografato sulla forcella e sotto la scatola del movimento centrale con la classica stella Viner

Serie Sterzo: Super Record 

Pipa: 3ttt Pantografata Viner

mercoledì 2 gennaio 2013

Moser Va Por La Hora (51.151) - 1985 - Crono

Articolo pubblicato il 11/03/12 alle 18:46
AGGIORNATO IL 2 gennaio 2013
Finalmente completata dopo tanto cercare...
FINALMENTE IL <<MOSTRO>> IN STRADA !!!
Recita cosi la pubblicità della "Cicli Franscesco Moser" sui giornali del giugno 1984, a soli sei mesi di distanza dal grande traguardo di Francesco Moser, quello del record dell'ora su pista all'aperto (51.151 km). 
Il nome che danno al modello è "VA POR LA HORA", ovvero le stesse parole che lo speaker messicano urlò poco prima del raggiungimento del record quella mattina del 23 gennaio 1984 a Città del Messico.

Scansione di una rivista del 1984 fatta da me
VAI ALLA SEZIONE "LIBRERIA" PER VEDERE ALTRE SCANSIONI COME QUESTA
Il modello è dunque celebrativo ed usciva dai concessionari Cicli Moser in tiratura limitata, con tanto di targhetta d'oro ed incisione